Storia di una London Lover: London at first sight

Storia di una London Lover: London at first sight

 

Una London Lover!

Avevo appena compiuto 10 anni quando sono andata per la prima volta a Londra, ricordo ancora la felpa con la scritta London che mi sono fatta comprare e che ho sfoggiato in gran parte delle foto scattate durante il mio viaggio di famiglia. Da quel 2000 ho perso il conto delle volte in cui sono stata nella capitale britannica, molte volte per piacere e un po’ per lavoro, e non smette mai di stupirmi. Non posso ancora dire di aver visto tutto, ma sicuramente negli anni sono riuscita a visitare posti turistici e non, alla scoperta della vera Londra e delle sue abitudini. Ho lavorato, aperto un conto in banca, fatto la richiesta per il famoso Nin, ho fatto la spesa, insomma tutto quello che si fa quando si decide di voler vivere in un nuovo posto. Londra mi ha portato belle e brutte notizie, mi ha fatto praticare la lingua che ho iniziato a studiare fin dalle scuole elementari, motivo per il quale è sempre stata tra le mie mete preferite.

Londra è una grande metropoli, una sorta di grande mela europea che racchiude in sé una grande varietà di etnie e culture che si distinguono e si fondono allo stesso tempo. Londra è Inghilterra ma è anche sinonimo di multiculturalismo ed è forse anche questo uno dei motivi per il quale adoro tanto questa città e vorrei poterci magari vivere stabilmente in futuro. Nonostante le tante bellezze dell’Inghilterra, quando penso all’UK penso a Londra, alle sue opportunità, alle sue di bellezze e ai ricordi che mi legano a essa.

Potrei scrivere pagine e pagine su tutti i luoghi speciali di Londra ma mi limiterò a quelli che sono diventati i miei preferiti. Un posto speciale è il quartiere delle Docklands, non molto turistico e caratterizzato da piccoli ponti sul Tamigi e da un’atmosfera che richiama un po’ quella delle città nordiche. Il Big Bang è un luogo simbolo londinese e non c’è volta in cui io non ci sia stata, è sempre uno spettacolo, soprattutto vederlo sbucare dalla stazione della metropolitana Westminster. Piccadilly Circus e Leicester Square sono sempre brulicanti di persone, di musica, di vita. I fulcri della movida londinese e sedi di eventi speciali cinematografici. E poi i parchi, i tantissimi parchi dentro e fuori la città. Perdersi tra i sentieri e godersi le giornate di sole facendo un pic nic rientra senza dubbio tra le cose che più mi piace fare. Richmond Park, un vero e proprio parco naturale è stato una bellissima scoperta.

Qualunque pietanza vi viene voglia di assaggiare state certi che riuscirete a trovarla, tra cinese, giapponese, indiano, italiano, thailandese c’è davvero l’imbarazzo della scelta e questa è una delle altre cose che mi piace di Londra. Mangiare quello che voglio quando voglio. Tra i miei posti preferiti ci sono GBK e Tombo.
Londra non è certamente una città economica ma ci sono alternative per tutte le tasche. I mezzi di trasporto saranno anche un po’ cari ma vi assicuro che sono efficienti e vi permettono di raggiungere qualunque zona della città. Questa è un’altra cosa che mi piace, non dovermi preoccupare di avere la macchina perché tra metro e bus sono sicura di poter raggiungere le mie destinazioni anche a orari scomodi. Sicuramente le rush hours sono abbastanza affollate, ma stiamo sempre parlando di una città di grandissime dimensioni e vi assicuro che dopo aver vissuto a Roma, Londra è senza dubbio molto più organizzata.

Londra è molto vivace anche dal punto di vista culturale, tra teatri, cinema, concerti, eventi internazionali, alcune delle più belle esperienze le ho vissute proprio qui. Premiere cinematografiche, spettacoli teatrali, mostre, musei gratis. Ti svegli la domenica mattina e hai l’imbarazzo della scelta, ce n’è per tutti i gusti. E anche se la vita è sicuramente frenetica, le distanze non sono una passeggiata e gli affitti sono cari, Londra significa stimoli continui e ancora possibilità di arricchirsi, conoscere, esplorare. Se mi dovessero chiedere in quale città europea vorrei vivere la mia risposta sarebbe Londra perché riesce a far emergere il mio lato cosmopolita.

Come avrete capito Londra per me significa ricordi, viaggi, esperienze, amicizie, condivisioni di momenti speciali, persone speciali e soprattutto significa futuro e spero che le ultime vicende relative alla Brexit non mi impediranno di ritornarci e vivere ancora l’euforia e l’ebrezza della capitale inglese.

 

Per scoprire di più del mondo di Grace, non ti resta che visitare:

 

English

I was 10 years old when I went to London for the first time. I can still remember the sweater I bought with the sign ‘London‘ on it. I wanted the sweater to be seen in my photos! Since the year 2000, I have lost count of the number of times I have been to London. I have been to London for a number of reasons including for pleasure, work, and to visit friends. Every time I visit, something wonderful surprises me. I have also lived there for several months which allowed me to get the full ‘London experience’.

While living there I opened a bank account, did the groceries, bought an English telephone card, and of course, I was a fabulous tourist. But the most important thing for me was the opportunity I had to practice the language I love and the language that I have studied since I was at elementary school. My love of the language is why I really love London. London is a big metropolis. It is like the Big Apple of Europe and it is made up of different cultures and ethnic groups. London is the symbol of the United Kingdom, but it is also the synonym of multiculturalism. Perhaps this is also why I love it so much. In the UK there are a lot of beautiful, but there is nothing like London. I feel so connected to this city because of the many fond memories I have made, for the experiences I have lived, and because of the people I have met.

I could write a tonne of pages about the most beautiful things in London, but I have decided to list the ones I like most. For me a special place is the Borough Docklands, characterised by the river Thames, it is unlike any other place in London. It recalls the atmosphere of the Nordic cities. The Big Bang is also iconic. Every time I return to London I have to go there. If you are travelling there by metro, I suggest you get off at Westminster Metro Station. Piccadilly Circus and Leicester Square are the centre of the night life and of every kind of entertainment. I like the vibes there and the opportunities you can find. And then there are the beautiful parks. There are so many parks both inside and outside the city. Spending a day walking around and having a picnic in one of the gorgeous parks is one of the best things you can do in the English capital. I recently discovered Richmond Park which is like a forest, however it is a bit further out of the city

In London you can eat whatever you want whenever you want. It’s cool that you can find different kind of cuisine: British, Indian, Italian, Japanese, Chinese, you are spoilt for choice. My favourite places are GBK to eat delicious hamburgers and Tombo to eat matcha tea and Japanese food.

I know that London is not cheap but there are options for all budgets. The means of transport are expensive but are efficient. It’s something I really like about this city, the possibility to reach every borough at any time by bus or by metro without concerning about the use of the car. Rush hours are the same in every cities and the metro is packed but compared to other capitals like Rome (where I lived for years) the situation of public transport is better.

London is lively even from a cultural point of view, there are cinemas, theatres, exhibitions, free museums, every weekend there is something new you can do. You can enrich your cultural baggage, there is inspiration everywhere and I love it. I’m sure I couldn’t live in a place without this opportunities. If you ask me in which European city I’d like to live in, my answer will be London because it brings out my cosmopolitan spirit.

As you can see for me London means trips, memories, experiences, friendship, special moments, special people and above all it means future and I hope I can come back soon to live it’s euphoria once again no matter about the barriers that Brexit will impose.



Dicci cosa ne pensi, Commenta con Facebook
2018-03-12T19:45:33+00:00 giugno 1st, 2017|Vivere a Londra|Commenti disabilitati su Storia di una London Lover: London at first sight