PASSEGGIANDO CON UNA CELEBRETIES

Qui è pieno di Star!

L’Italia si sa è la patria del cinema, Roma con la sua Cinecittà, fucina di grandi pellicole e star, ha reso il nostro paese conosciuto in tutto il mondo. Di conseguenza noi italiani siamo abbastanza abituati ad incontrare attori o registi in giro per strada, ma, fidatevi, incontrare star internazionali a prendere il caffè fa un altro effetto.
Non si tratta di essere esterofili, ma a Londra sedersi al tavolo per fare colazione, girarsi e vedere, che ne so, Mick Jagger, ecco ti fa amare questa città ancora di più.
Il bello è che è più probabile che ciò accada di quanto possiate immaginare. Semplicemente perché i famosi VIP vivono la fama con estrema tranquillità e sono abituati a girare indisturbati per le vie della città senza essere troppo presi di mira. Ovviamente non mancano i paparazzi appostati fuori i locali o i ristoranti più cool, ma quella è un’altra storia.
Prendete come esempio questo racconto. Camminavo per le vie di Soho un mesetto fa e ho notato un po’ di gente appostata in una via, una cosa tranquilla, senza troppi schiamazzi. La mia attenzione si è spostata sulla scritta che sovrastava il palazzo e mi sono resa conto che c’era, probabilmente, la prima di uno spettacolo teatrale. Lo spettacolo in questione era The Girls, al London Phoenix Theatre, con musiche di Gary Barlow.
Gary Barlow, per chi non lo sapesse, è stato (e lo è ancora) il leader della boy band anni ’90 Take That, gruppo dal quale è emerso Robbie Williams. Per una fanciulla cresciuta in quegli anni (seppur molto piccola), Gary rappresentava un sogno infantile, le coreografie studiate a memoria con le amiche dopo la scuola, le canzoni in inglese sgangherato da cantare e le preghiere rivolte ai genitori per farsi accompagnare all’unico concerto romano della band.
Curiosa come non mai ho fatto il giro della via e, incredibilmente, mi sono trovata faccia a faccia con Mr Barlow. Seppur non sia una fangirl, la cosa ha avuto un certo effetto sulla sottoscritta, la sensazione è stata quella di essere catapultata di nuovo ad avere 10 anni, senza scompormi ho fatto un grosso sorrisone e lui ha risposto salutandomi dall’alto del suo metro e 60 di altezza. Accade anche questo quando si vedono le star dal vivo, si constata la loro altezza. Pazienza.
Mi sono allontanata colma di felicità, ripromettendomi di andare a vedere lo spettacolo, che è molto bello, chiamando tutte le mie amiche delle elementari per raccontare l’accaduto.
Londra offre anche questo, realizza piccoli, sciocchi, sogni adolescenziali.
Qual è il vostro? A volte, basta chiedere.



Dicci cosa ne pensi, Commenta con Facebook
2018-03-12T19:57:11+00:00 aprile 20th, 2017|Vivere a Londra|Commenti disabilitati su PASSEGGIANDO CON UNA CELEBRETIES