I 5 CONSIGLI UTILI PER IL VIAGGIO A LONDRA



Pronti, partenza e via!

Futuri londoners d’Italia prendetevi dieci preziosi minuti del vostro tempo e leggete i nostri consigli utili. Perché, forse, alcuni di voi, che stanno pensando di abbandonare il nido materno della culla italiana, si stanno ponendo proprio questa domanda: “Cosa devo fare prima di partire?”.

Allora noi cosa ci stiamo a fare qui? Vi elenchiamo cinque, utili, consigli da seguire se state pensando di trasferirvi a Londra (e fate bene), oppure se avete deciso di scegliere l’Inghilterra come meta turistica, questa è la base di partenza. Per qualsiasi altro dubbio che vi può ronzare in testa potete, comunque, scriverci, anzi dovete.

Partiamo.

  • La prima cosa da controllare, fidatevi non è poi così scontato, è il proprio documento. È importante munirsi di carta d’identità (valida per l’espatrio) o passaporto. A questo proposito ricordatevi che qui in Inghilterra siamo in fase Brexit, per il momento, è ancora possibile partire solo con la carta d’identità, ma dopo l’entrata in vigore della legge sarà necessario avere il passaporto. Semplicemente perché l’Inghilterra non farà più parte dell’Unione Europea. Ovviamente questa è una precauzione, anche perché non sappiamo ancora come andranno le cose e il tutto sembra previsto per il 2018 (vi terremo aggiornati). Ad ogni modo avere il passaporto ti agevola anche all’arrivo in aeroporto, dove le file per il controllo dell’identità sono nettamente più fluide con il documento elettronico. Questa è una chicca da esperti, noi ve l’abbiamo detto.
  • I bagagli si sa sono la dannazione dei viaggi, soprattutto per le donne, ma se state pensando ad una vacanza di piacere che non superi la settimana, non incasinatevi con una doppia valigia (a meno che non vogliate fare shopping). Vi basterà il bagaglio a mano incluso nel vostro biglietto. Quello che possiamo dirvi è che a Londra il clima è davvero variabile, sole cocente un giorno, pioggia quello dopo, o entrambi nello stesso giorno. Il consiglio è di tenere con voi un ombrello o una giacca a vento impermeabile. Cosa assai più fondamentale portatevi un adattatore di presa elettrica, come ben sapete gli inglesi sono differenti in tutto, anche nelle prese (esempio nella foto).
  • Signori e signore vi presento la Sterlina, moneta vigente nel Regno Unito, chiamata anche Pound o Quid. Le monete partono da 1 Penny, 2 Pence, 5, 10, 20, 50, fino ad arrivare a 1 Pound, 2 Pounds, e le banconote da 5, 10, 20 e 50 pounds. Il consiglio è di arrivare con una base di 100 Pounds cambiate già in Italia, basta chiedere alla propria banca. Una volta sul posto potrete prelevare in qualsiasi Atm direttamente con la valuta corrente, gli sportelli bancomat sono presenti davvero ovunque, anche negli alimentari. Pagherete una commissione di cambio e una di prelievo, riflettete quindi sulla cifra da ritirare. Oppure adattatevi alla città e usate la carta, o di debito o di credito. A Londra sono abituati a pagarci anche solo un caffè, ovviamente c’è una commissione da pagare ma dipende dalla banca, più importante è controllare se sia accettata all’estero (domanda che potete rivolgere sempre al vostro istituto bancario).
  • Arrivati all’aeroporto, ad attendervi, per raggiungere il centro della città, c’è l’imbarazzo della scelta in merito ai trasporti. Potrete decidere direttamente una volta arrivati cosa si confà di più alle vostre inclinazioni. Partiamo dal bus, ci sono diverse compagnie che offrono il servizio (National Express, Easybus e molte altre), con un’ora e mezza siete nel cuore della città ad un costo che oscilla dalle 12 alle 20 sterline. In più a bordo c’è il servizio Wi-Fi gratuito. Altra opzione, decisamente più veloce ma anche più costosa, è il treno. Il prezzo è intorno alle 18 sterline, (dipende dove siete diretti e che tipo di treno scegliete) anche qui troverete il Wi-Fi gratis. Altrimenti per gli spendaccioni c’è l’opzione cab (taxi) o Uber, però parliamo di circa 80/100 sterline.
  • Una volta arrivati al centro della città la prima cosa utile da fare e’ acquistare la OysterCard. La carta di sopravvivenza per gli spostamenti londinesi, è ricaricabile e vi da accesso a tutti i mezzi pubblici della città. Ci sono diverse offerte di abbonamento in base alla vostra permanenza londinese, quello settimanale è di circa 32 Pounds. Anche se il vostro soggiorno dovesse essere meno di una settimana, i vostri spostamenti saranno molto frequenti, meglio evitare di ricaricare la carta ogni  giorno.

 

Londra vi aspetta, buon viaggio!



Dicci cosa ne pensi, Commenta con Facebook
2018-04-03T22:36:39+00:00 aprile 13th, 2017|Vivere a Londra|Commenti disabilitati su I 5 CONSIGLI UTILI PER IL VIAGGIO A LONDRA